SFINCIONE PALERMITANO

Sfincione palermitano

TIPICO DELLA GASTRONOMIA PALERMITANA

Lo sfincione (sfinciuni o spinciuni in siciliano) è un prodotto tipico della gastronomia palermitana. E’ simbolo della cultura del “cibo da strada” di Palermo.

Il nome si fa derivare dal latino spongia e dal greco spòngos, σπόγγος, ossia spugna. Si tratta di un’antica ricetta che vede come ingrediente cardine il pane pizza (morbido e lievitato, simile appunto ad una spugna) con sopra una salsa a base di pomodorocipollaacciugheorigano e pezzetti di formaggio tipico siciliano, chiamato caciocavallo Palermitano.

Una sua variante è quella preparata a Bagheria per il periodo natalizio, secondo una ricetta alternativa che non prevede l’uso della salsa di pomodoro, sostituita da tuma (o ricotta), cipolline e acciughe (“sfincione bianco”).

Quando si va a Palermo, mangiare lo sfincione è un obbligo assoluto e non c’è scusante che tenga per non farlo, specialmente se non si è mai provato prima.

Buonissimo, ricco, saporito ma allo stesso tempo leggero grazie alla sua consistenza spugnosa, possiam0 consumarlo a casa oppure direttamente in strada mentre si passeggia tra le vie affascinanti di questa splendida città. Questo rientra infatti tra uno dei principali street food palermitani.

Ma quando siamo lontani da Palermo come si fa? Si prepara direttamente a casa nostra! Nulla di spaventoso, il procedimento è anche abbastanza semplice per un risultato eccezionale!

Quindi facciamolo insieme e vediamo tutto ciò che ci occorre per gustare questa prelibatezza in ogni parte del globo!

 

Sfincione palermitano
Il nostro sfincione palermitano

 

INGREDIENTI:

BASE:

  • 600 gr di farina 00
  • 300 gr di acqua
  • 15 gr di sale
  • 30 gr di zucchero
  • 4 gr di lievito di birra secco
  • 40 gr di olio extra vergine d’oliva

CONDIMENTO:

  • 2 cipolle tagliate fine
  • q.b. Olio EVO
  • 10 acciughe sott’olio
  • q.b. origano
  • 100 g concentrato di pomodoro
  • q.b. sale
  • q.b. pepe
  • 80 g caciocavallo stagionato

PROCEDIMENTO:

In una ciotola mettiamo tutti gli ingredienti insieme e impastiamo per 3 minuti circa utilizzando un cucchiaio.
Copriamo con un canovaccio e aspettiamo il raddoppio del suo volume a temperatura ambiente.

Nel frattempo in un pentolino facciamo ammorbidire la cipolla con un filo d’olio e le acciughe. Quando saranno belle morbide, aggiungiamo il concentrato di pomodoro, aggiustiamo di sale e pepe e lasciamo cuocere per qualche minuto.

A questo punto mettiamo anche un po’ di origano e lasciamo raffreddare.

Quando l’impasto avrà raggiunto il doppio del volume, stendiamolo con le mani sulla placca da forno leggermente oleata e versiamoci sopra il condimento precedentemente preparato.

Adesso non rimane che abbondare di caciocavallo grattugiato e pangrattato. Inoltre possiamo condire anche con altre acciughe e caciocavallo a pezzettoni direttamente in superficie, i quali daranno quel tocco in più speciale.

Inforniamo a 190° in forno ventilato per 30 minuti.

Grazie per aver seguito la ricetta!

PER TANTI ALTRI ARTICOLI, CURIOSITA’ E RICETTE
ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE 🙂
SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!