TONNARELLI CACIO E PEPE

Tonnarelli cacio e pepe

CACIO E PEPE RICETTA ROMANA

Il cacio e pepe è un piatto caratteristico del Lazio. Come suggerisce il nome, gli ingredienti sono molto semplici e includono solo pepe nero, formaggio pecorino romano e pasta.

Il tipo di pasta tradizionalmente più usato è il tonnarello. Questo primo è preparato con ingredienti poveri, facilmente reperibili ed a lunga conservazione e una curiosità sulla sua storia è che i primi posti che proponevano questo piatto nelle loro locande erano soliti esagerare con il sale ed il formaggio al fine di “intorzare” o “allappare” i commensali in modo da vendere loro più vino.

La pasta cacio e pepe è uno di quei piatti sempre molto richiesti sia per la sua tradizione, sia per il suo sapore davvero ottimo e sia, ovviamente, per facilità di esecuzione.

Come detto prima infatti è preparato utilizzando pochi ingredienti davvero molto semplici ma che unendoli danno vita a questo capolavoro amatissimo dagli italiani e non solo.

Anche noi oggi abbiamo voluto concedercela visto che non la preparavamo da un po’ e quindi la voglia andata assolutamente soddisfatta! Quindi se per quanto possa essere difficile, non avete mai assaggiato questo piatto delizioso, ecco che vi proponiamo la ricetta così come la facciamo noi.

Ovviamente è chiaro che la ricetta è una e una soltanto come vuole la trazione ma è anche vero che ognuno di noi ha il proprio modo di elaborarla, non intendiamo di certo puntare alla perfezione assoluta anche perché non esiste.

Adesso però basta con le chiacchiere!

 

Tonnarelli cacio e pepe
I nostri tonnarelli cacio e pepe

 

INGREDIENTI:

  • 500 gr di tonnarelli
  • 200 gr di pecorino romano
  • 30 gr di grana padano
  • q.b. pepe nero macinato
  • q.b. sale

PROCEDIMENTO:

Cuocere la pasta in acqua leggermente salata. Se il vostro pecorino è molto sapido non mettete sale nell’acqua di cottura.

Nel frattempo versiamo in una ciotolina di vetro o di alluminio il pecorino romano appena grattugiato e il pepe nero.

Tiriamo su con l’aiuto di una ramina la pasta al dente ma senza scolarla altrimenti perderebbe tutta l’acqua di cottura, calcolando almeno 2 minuti prima della fine della stessa.

Quindi versiamola nella ciotola con la miscela di pecorino e condiamola per bene aggiungendo due mestoli di acqua di cottura, poco alla volta, per fare in modo che tutto si amalgami per bene.

Possiamo anche mescolare pecorino e pepe nero in una padella grande dove poi scolerete la pasta amalgamando il tutto “a freddo”.

Mescoliamo e serviamo immediatamente altrimenti la pasta va a freddarsi troppo e di conseguenza il formaggio si trasformerà in grumi.

E come ben sappiamo un risultato degno di  nota prevede che sia presente la tanto amata quanto discussa cremina delicata, tipica di questo piatto.

Grazie per aver seguito la ricette della nostra cacio e pepe!

Ecco qualche piccolo consiglio per una cacio e pepe buonissima

  1. Il pecorino, ci vuole un buon pecorino romano, massimo 24 mesi di stagionatura, altrimenti sarebbe troppo forte.
  2. Cuocere la pasta in acqua non salata (o al massimo leggermente) e aggiungere il sale solo in un secondo momento ovvero quando la pasta avrà già rilasciato l’amido evitando così che il piatto venga fuori eccessivamente salato.
  3. La temperatura, quando uniamo la pasta al pecorino, la temperatura dell’acqua della pasta non deve essere bollente altrimenti il formaggio si scioglierà
  4. La scelta del pepe, è importante scegliere un pepe di alta qualità in modo da creare un equilibrio perfetto.
PER TANTI ALTRI ARTICOLI, CURIOSITA’ E RICETTE
ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE 🙂
SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!